MediaMente bullo

Distretto 2031

I fenomeni di bullismo sono sempre più diffusi all’interno delle scuole medie e quelli maggiormente coinvolti sono gli studenti delle prime classi. Questa è stata l’infausta conclusione a cui è arrivato il Distretto Rotary 2031, dopo oltre un anno di studio e ricerca nel mondo della scuola secondaria di primo grado. Al fine di combattere questa realtà, attraverso un’attività di prevenzione, il Distretto ha siglato un protocollo di intesa con l’Ufficio Scolastico Regione Piemonte del MIUR. Il risultato è un progetto sperimentale per gli anni scolastici 2016/17 e 2017/18 che ha coinvolto e coinvolgerà le prime classi di quindici istituti scolastici di Torino, Novara e Vercelli, con la speranza che possa essere successivamente condiviso in tutte le regioni italiane. La Fondazione Doing Philanthropy Onlus offrirà supporto finanziario per il progetto, mentre il lavoro sarà affidato all’Associazione Essere Umani Onlus, i cui formatori, specializzati in materia di prevenzione contro i fenomeni di bullismo, collaborano già attivamente con i centri per la Giustizia Minorile del Piemonte, Liguria, Valle D’Aosta e Massa Carrara. L’intento del Distretto è di affiancare al Dirigente Scolastico di ogni scuola un club, sia per raccogliere le impressioni sulla conduzione dell’iniziativa, sia per il sostegno al bisogno che ne potrebbe emergere. In percorsi come questo, spesso emergono delle fragilità dei ragazzi, delle loro famiglie e, a volte, anche della scuola stessa. Ciò offrirà la possibilità al Distretto di ascoltare il proprio territorio e provare a dare un contributo attivo, sia attraverso i club, che attraverso gli strumenti che possono essere attivati direttamente dal Distretto stesso. Dato il contributo della Doing Philanthropy Onlus, non sarà necessario un sostegno finanziario da parte dei club aderenti al progetto. Il progetto è stato presentato al pubblico con una conferenza stampa il 21 settembre 2016, presso la sede dell’ufficio Scolastico Regionale in Torino, con la presenza di reti TV e giornali nazionali, importanti esponenti del mondo della scuola, del governo e del tessuto sociale e religioso.

Tutti gli articoli >