Se dovessi definire l’Assemblea Internazionale di San Diego, senza ombra di dubbio direi che è stata “esaltante ed entusiasmante”.
Un’esperienza incredibile senza confini, una straordinaria occasione d’ incontro e di confronto, per sviluppare idee e progetti con rotariani – e non – da tutto il mondo.
Esaltante ed entusiasmante il nuovo tema presidenziale proposto dal Presidente Holger Knaack “Rotary opens opportunities”, che apprezzo e condivido pienamente. Un pensiero che esorta i rotariani al cambiamento, in un momento di grandi ed epocali cambiamenti. Il Rotary si trova infatti in una fase di passaggio, da un lato delicata – nei confronti dell’effettivo e nell’inserimento di nuovi soci – ma anche molto stimolante perché sprona a individuare quei nuovi progetti e ambiti di servizio che possano migliorare la qualità della vita delle comunità. Un tema molto interessante, rappresentato perfettamente dalla metafora delle porte aperte. Noi rotariani dobbiamo “aprire la porta delle opportunità”, innescando comportamenti positivi e virtuosi, per noi stessi e per i territori dove operiamo. Dobbiamo pensare a un Rotary più vicino ai territori, che enfatizzi il ruolo dei club e dei singoli soci, portatori di competenze, passioni e impegno.
Quindi un Rotary vicino ai rotariani e ai loro territori. Quando parliamo di cambiamenti però non intendiamo stravolgimenti.
Dobbiamo cambiare il modo di pensare e agire conservando lo stesso sistema di principi e regole che ispirano il nostro sodalizio.
L’obiettivo del Rotary e quindi anche di noi Governatori Eletti è quello di saper innovare ed innovarci, senza modificare la vera essenza rotariana; pensare a qualcosa di nuovo senza trascurare e alterare i valori fondanti della nostra Associazione, conservando quindi saldi i principi di Amicizia, Integrità, Diversità, Servizio, Leadership e Professionalità.
In questa direzione penso che il ruolo del Governatore sia un ruolo di guida di una squadra, perché “da soli si va veloci, insieme
si va lontano!”. Esaltante ed entusiasmante la sinergia e l’empatia riscontrata con gli altri Governatori Eletti italiani presenti a San Diego, con i quali ho condiviso idee e riflessioni per un nuovo Anno Rotariano all’insegna del cambiamento e dell’azione. Abbiamo già deciso di organizzare per il 21 marzo 2021 una giornata – tutta rotariana – per promuovere e valorizzare il tema della sostenibilità ambientale, tutti convinti che il futuro non possa prescindere dalla sua centralità. Perché come ha detto il Segretario delle Nazioni Unite dobbiamo salvare il nostro pianeta e «non abbiamo un piano B, perché non esiste un pianeta B».
Non vedo l’ora di iniziare… siamo pronti ad agire!

Tutti i progetti >